Flavio Capra - 23037 Tirano - P.IVA 00894880145


 

 
 

 



 

 
 

 

 

 
 

 

 

Utilizzo di scambio "polarizzato" 

Gli scambi polarizzati sono scambi particolari dove il cuore, il centro dello scambio è in metallo ed a massa col resto della parte mobile dello scambio stesso. Questo consente un ottimo transito anche delle piccole locomotive perche la conduzione di corrente non ha interruzione come nei normali scambi in cui il cuore è in plastica. Per contro necessitano di un particolare accorgimento elettrico dei binari per impedire cortocircuiti. Questo però consente di avere 2 sezioni isolate di blocco treni senza ulteriori collegamenti elettrici. Chiaramente può circolare solo il treno che corre sul binario su cui è girato lo scambio. Nei 2 esempi sotto ho evidenziato con i colori rosso e verde i 2 poli di alimentazione del binario, mentre in blu sono le giunzioni isolanti che vanno posizionate come indicato. Grazie agli siolamentisui 2 binari, quello che è attivo avrà entrambi i poli di corrente mentre l'altro (indicato con STOP) avrà entrambe le rotaie con lo stesso polo di corrente, impedendone di fatto la marcia. Si ottiene cosi un semplice sistema di blocco alternato dei treni.  L'isolamento va posizionato almeno a 20-30 cm dallo scambio stesso, cosi da poter contenere la locomotiva piu lunga in vostra dotazione

Esempio pratico di collegamenti in caso di stazione a 2 binari e 3 binari tronchi, con utilizzo di scambi "polarizzati"

Vengono qui analizzati i collegamenti elettrici da realizzarsi nel caso in questione, una stazione con 2 binari passanti e 3 binari tronchi come indicato nell'immagine. Gli scambi "polarizzati" sono quelli che hanno la parte centrale (cuore) metallica non isolata, e quindi vanno isolate le rotaie interne in uscita per evitare cortocircuiti. Consentono però di usare anche le piccole locomotive a bassa velocita senza rischiare che si fermino in centro allo scambio per mancanza di corrente. In rosso ho indicato anche le giunzioni isolanti che vanno inserite durante la posa dei binari. I fili di collegamento elettrico sono per semplicità indicati in vari colori, ma di fatto i poli restano sempre 2. I fili indicati in rosso e marrone sono quelli che prendono corrente dalla linea (e che possono quindi arrivare anche direttamente dal trasformatore) per alimentare i binari sezionati della stazione e assicurare la continuità elettrica oltre la stazione (ecco perche sono collegati su entrambi gli estremi della stazione stessa). Le piastrine sono 2 elementi di metallo, ovviamente separati tra loro, su cui saldare i vari fili come indicato. I fili indicati in blu e arancione vanno collegati direttamente alle rispettive rotaie come indicato nello schema, servono ad assicurare un ottima continuità elettrica a quelle rotaie che sono anche solo in paste isolate, per migliorare il collegamento generale. I fili indicati in giallo e verde, invece, sono collegati da un lato agli interruttori a seconda del polo, e dall'altro alla rispettiva rotaia, cosi che i rispettivi tratti di binario isolato consentano la sosta di un treno o anche solo di una locomotiva.